Action FigureAhsoka - Dalla serie alla Black Series

Ahsoka – Dalla serie alla Black Series

Il nome di Ahsoka ormai risuona in tutto il fandom, di seguito andiamo a vedere insieme alcune delle Black Series dedicate alla serie.


Ahsoka, dalla serie alla Black Series

La nuova creatura di Dave Filoni sta conquistando il cuore del fandom di Star Wars. E come da consuetudine per tutti i progetti recenti, Hasbro non ha esitato a lanciare sul mercato le action figure della preziosissima Black Series raffiguranti volti più o meno noti.  

Attenzione, Hasbro dedica ben tre serie ai personaggi di Star Wars, Vintage, Retro e Black Series. Se le prime due rimandano, almeno per quello che riguarda la scala, ai prodotti Kenner dei tempi che furono, la Black series si è appropriata prepotentemente dello standard da sei pollici, realizzando figure sempre meglio articolate e con una riproduzione incredibilmente fedele dei connotati dei protagonisti originali.  

Per la miniserie Ahsoka sono state lanciate al momento undici figures ma non dubito che prima della fine dell’anno, altre potranno aggiungervisi. Mancano infatti al conteggio finale personaggi chiave come Trawn, Ezra Bridger e la versione Ahsoka maestro Jedi. Tra l’altro tutti personaggi estremamente chiave per i quali sarebbe assurdo non venissero presentate delle controparti in plastica!  

Ma andiamo con ordine a vedere i personaggi fino ad ora pubblicati o annunciati.  

Le prime tre figures ad essere presentate sono state Ahsoka, Sabine Wren ed Hera Syndulla. Tutte e tre già rappresentate nella serie originale dedicata a Rebels, vero e proprio prequel di Ahsoka. La differenza sostanziale nello sculpt qui è che, se nella serie originale il riferimento principale erano i cartoni in CGI, qui ci troviamo a vedere replicate le fattezze di attori in carne ed ossa. E va detto che in tutti e tre i casi le figures eccellono.  

Fate attenzione però. L’Ahsoka che troverete inscatolata come appartenente a questa serie, è incredibile simile, per non dire identica, a quella stampata lo scorso anno per il serial Mandalorian, per cui non rappresenta una vera e propria novità. Come per tutti gli utenti della Forza, Ahsoka è dotata delle sue lightsaber con lama removibile ed aggancio alla cintura per l’elsa.  Hera Syndulla si presenta in una figure molto simile a quella di Rebels. Perfino l’abbigliamento è il medesimo anche se è palese che l’espressione facciale rappresenti una donna più matura.  A voler trovare un difetto, l’articolazione a vista delle gambe rende la figure un po’ troppo giocattolosa, ma inserire ulteriore inserti in plastica per mimetizzare questo aspetto, avrebbero reso la figure senz’altro più costosa. 

Sabine rappresenta forse la resa migliore delle tre. Il corpo bilanciato e un buon compromesso per l’attrezzatura (pistole, elmo mandaloriano e lightsaber) . L’espressione è forse un po’ troppo caricaturale. Ma sto davvero cercando il pelo nell’uovo.  

A seguire sono arrivate le figure di Marrok e del professor Huyang. Entrambe estremamente ben realizzate. Huyang è quello con il corpo maggiormente dettagliato. Marrok presenta la classica lama ad impugnatura circolare degli inquisitori. Bellissima per carità, ma se avete tante figure da esporre tutte assieme, un vero problema per la gestione dello spazio. Il mantello in stoffa è ben dettagliato con i bordi strappati. Ma, per mia preferenza personale, mescolare stoffa e plastica assieme non produce sempre risultati eccezionali.  

La figure successiva è quella di Ezra Bridger. Versione rivista di come lo vediamo nell’ultimo spezzone di Rebels. A dirla tutta il completo è leggermente più semplificato rispetto a quello di Rebels.  Inoltre è stato reso più alto, quasi come un adulto, di quello che fosse all’epoca. La sua apparizione nella serie è minimale e ridotta solo ad un olo proiezione, per cui non c’è molto su cui poter fare il paragone. I lineamenti dello sculpt rappresentano il giusto compromesso tra la versione in GCI e quella in live action che vedremo nella seconda parte della serie.  Altri due droidi vanno a riempire il rooster della serie. Si tratta del droide HK-87 visto nei primi minuti della serie. Sculpt già visto per le figure di Mandalorian sebbene con una livrea differente. Il rosso troppo acceso di questa versione ne riporta una versione più giocattolosa, ma l’aggiunta del mantello, in questo caso, contribuisce  a rendere il personaggio più interessante.  

Chopper è la perfetta riproposizione di quello della serie Rebels. Ed in effetti anche sulla confezione viene attribuito a quella famiglia invece che ad Ahsoka. Ma il droide è rimasto identico per cui tutto regolare. Rispetto agli altri droidi protocollari (R2, R4) Chopper viene dotato di parti action che possono simularne una sua versione in volo. Il personaggio, da sempre relegato al ruolo di spalla comico-sarcastica rappresenta una delle migliori rese in assoluto della Black Series. 

Morgan Elsbeth è la figure con la riproduzione facciale meglio riuscita. Espressione, trucco, tutto riprodotto fedelmente. Anche il costume da strega Dhatomir è molto ben definito. Da sottolineare la totale assenza di gadget, come del resto nella serie tv.  

Annunciati la settimana scorsa all’ultima Hasbro Pulse Con 2023, i due mercenari  Baylon Skoll e Shin Hati, sono ancora una mezza sorpresa. Per entrambi la resa delle armature è superlativa. Qualche dubbio rimane sulla capigliatura di Shin, ma in generale si tratta di una aggiunta preziosa alla serie, sia per presenza scenica che realizzazione.  

Come vi dicevo a scaglioni tutti i personaggi vengono introdotti nella series. Sono estremamente curioso di vedere cosa altri emergerà nelle prossime settimane. E, naturalmente, mi troverete qui a parlarne.  

Quindi stay tuned!  

Se amate Star Wars potete venire a parlarne insieme a noi e tanti altri appassionati sul nostro canale Telegram e il nostro gruppo Facebook! Inoltre vi ricordiamo che potete trovare Empira su FacebookInstagramTwitterTwitch e YouTube. E per non perdervi una singola news iscrivetevi al canale Telegram!

EmpiRa ha ufficialmente aperto il tesseramento per l’anno 2024! Se volete unirvi a noi non vi resta che cliccare nel link sotto. Abbiamo tanti piani per il futuro e come disse una vecchia conoscenza: Saremmo onorati se vi uniste a noi!
LINK AL TESSERAMENTO

TWITCH

TESSERAMENTO