Altro
    Videogames Star Wars Squadrons: nuove curiosità e dettagli sul gioco

    Star Wars Squadrons: nuove curiosità e dettagli sul gioco

    Star Wars Squadrons arriverà sul mercato il prossimo 2 Ottobre. Dopo aver svelato il trailer e il gameplay qualche settimana fa, gli sviluppatori hanno ora parlato di qualche curiosità e di qualche dettaglio in più in relazione al videogame.


    Il passato come ispirazione per Star Wars Squadrons

    Frazier ha infatti sottolineato come il titolo veda radici nel passato videoludico della saga, con le meccaniche e l’esperienza in toto direttamente ispirate a X-Wing vs Tie Fighter. La natura stessa di quelle due fazioni è stata ulteriore elemento da cui fare originare la campagna single-player a doppia prospettiva. Lo sviluppatore ha anche evidenziato che Rogue Squadrons è stato fondamentale per comprendere il passo e l’energia da infondere nel videogame e nella sua storia.

    Tuttavia, si il passato è stato utile per comprendere come realizzare correttamente un titolo di questo tipo, ma è stato anche lasciato da parte per realizzare qualcosa in linea con i canoni moderni. Ci dobbiamo infatti aspettare di poter personalizzare la nostra esperienza, dal pilota, alla nave ma anche su come potremo sfruttarla in combattimento.

    Otto navi con cui poter giocare

    Le otto navi che gli sviluppatori hanno scelto sono quelle che, a loro parere, sono riconosciute maggiormente iconiche e più divertenti da poter utilizzare. Ognuna avrà le sue caratteristiche a renderla unica e un ruolo ben preciso nel combattimento. Parliamo per la Nuova Repubblica di X-wing, A-wing, Y-wing e U-wing; per l’impero TIE fighter, TIE interceptor, TIE bomber e TIE reaper.

    L’esperienza di gioco al centro

    L’obbiettivo degli sviluppatori è stato quello di non creare un gioco che avesse una categorizzazione netta e precisa. L’obbiettivo era quello di creare un’esperienza videoludica soddisfacente per i fan di Star Wars. L’immersività e il realismo sono quindi i due elementi che hanno provato a ricercare ed ottenere durante tutto il processo di realizzazione. Non sarà quindi un arcade ma neanche un sim.

    La tecnologia attuale è stata fondamentale

    Per ottenere quanto di cui abbiamo appena parlato, immersività e realismp, il ruolo delle tecnologie attuali è stato fondamentale. Che si parli di console o PC, si è cercata la migliore integrazione possibile tra tutti gli elementi, comprese le musiche di John Williams – che ci accompagneranno durante l’azione. Inoltre, Star Wars Squadrons sarà giocabile in VR dall’inizio alla fine!

    Un titolo che sicuramente non raccoglie a sè grande attesa ma che potrebbe darci molte soddisfazioni. Vedremo al lancio cosa i Motive Studios hanno realmente in serbo per noi con Star Wars Squadrons!

    Fonte: starwars.com

    TWITCH

    I PIÙ LETTI

    DA NON PERDERE