Altro
    Serie TVThe Bad Batch 1x06 'Smantellati' - recensione ed analisi dell'episodio

    The Bad Batch 1×06 ‘Smantellati’ – recensione ed analisi dell’episodio

    Come ogni venerdì, è approdato su Disney+ il sesto episodio della prima stagione della serie animata The Bad Batch, intitolato ‘Smantellati‘. Di seguito vi proponiamo la nostra recensione ed analisi.


    The Bad Batch – recensione ed analisi del sesto episodio

    The Bad Batch episodio 6

    Molti spettatori, dopo gli ultimi episodi molto verticali che presentavano una trama orizzontale ridotta ai minimi termini, si aspettavano una puntata che desse una decisa sterzata alla trama principale della serie imbastita nella premiere del 4 maggio. Purtroppo così non è stato, nonostante la scena finale faccia presumere che degli sviluppi ci saranno, e abbiamo assistito ad un altro episodio molto verticale e propedeutico al proseguio della serie. Rispetto ai precedenti, in ogni caso abbiamo assistito ad una puntata ricca di azione e che conferma una delle teorie che i fan avevano cominciato a formulare già da qualche settimana (in questa recensione iniziale senza spoiler non riveleremo il cosa e il come, che verranno analizzati nell’analisi con spoiler poco più avanti).

    La speranza dei fan comunque è che si assita, nelle prossime puntate, ad una decisa sterzata del ritmo e della narrazione. Sicuramente in questo sesto episodio alcune basi per il futuro prossimo della serie sono state poste, ma il sentore generale è che comunque si possa e si debba osare di più con The Bad Batch considerando che sì ci troviamo di fronte ad una serie animata ma che al tempo stesso porta con sè l’arduo compito di ampliare la mitologia di Star Wars in un periodo della timeline poco esplorato dai precedenti prodotti audiovisivi e cartacei.

    L’episodio è stato diretto da Nathaniel Villanueva e scritto da Amanda Rose Muñoz. Di seguito vi proponiamo la nostra analisi dettagliata con SPOILER, quindi vi avvisiamo di leggerla soltanto se avete già visto la puntata.

    Missione su Corellia

    The Bad Batch Omega con arco laser

    Contrariamente agli scorsi episodi, questa puntata non si apre con la Bad Batch a bordo della Havoc Marauder ma ritroviamo il gruppo nella cantina di Cid con Omega che si sta addestrando con il nuovo arco laser ottenuto dagli Zygerriani nella scorsa puntata. Dopo qualche colpo non proprio andato a segno, la Trandoshana affida una nuova missione alla Bad Batch: recarsi su Corellia e recuperare una Droide Tattico di serie T, utilizzato dai Separatisti durante le Guerre dei Cloni, prima che vengano tutti distrutti poiché contengono informazioni sensibili su strategie e tattiche di guerra.

    The Bad Batch e Cid

    Corellia, noto per essere il pianeta natale di Han Solo, è comparso per la prima volta nel romanzo Aftermath, ed è stato poi ripreso in vari romanzi e fumetti e soprattutto nella pellicola cinematografica Solo – A Star Wars Story. Per la serie sono stati riutilizzati alcuni concept inizialmente pensati proprio per il film di Solo. La Bad Batch riesce quindi ad intrufolarsi nel pianeta attaccandosi, con la Havoc Marauder, alla carena di una nave trasportatore in modo da eludere i sensori. Una volta atterrati, il gruppo si infiltra nella zona industriale di Coronet City, una delle città più importanti del pianeta, dove si trova la fabbrica in cui vengono dismessi i droidi.

    The Bad Batch Corellia

    Dopo aver eluso la guardia di alcuni droidi poliziotto, la Bad Batch entra nella fabbrica di smantellamento (molto simile a quella vista in Episodio II – L’Attacco dei Cloni dove però i droidi venivano fabbricati e non distrutti) e si mette alla ricerca dell’asset richiesto da Cid. Omega rimane appostata con i macrobinocoli per scovare sia il droide tattico che eventuali nemici, mentre il resto del gruppo si reca al centro di comando con Echo che utilizza il suo braccio robotico per intrufolarsi nel sistema informatico, scoprendo che è rimasto un solo droide di questo tipo che non è ancora stato distrutto.

    The Bad Batch Omega Hunter e Wrecker

    Sorelle in azione

    Omega riesce ad individuare la testa del droide tattico ma scorge un’altra persona che se ne impossessa. La bambina clone cerca quindi di intervenire ma viene fermata da un’altro individuo che si rivela essere Rafa Martez, accompagnata dalla sua inseparabile sorella Trace, anche loro sulle tracce del droide. Le due Martez sono state introdotte nell’episodio 7×05 di The Clone Wars (intitolato ‘Via con Trace‘) e sono state co-protagoniste, insieme al personaggio di Ahsoka Tano, di un arco narrativo durato 4 puntate. Rafa cerca di ingannare Omega e riesce a farle perdere momentaneamente l’arco laser, mentre Trace si imbatte nella Bad Batch.

    The Bad Batch Omega e Rafa Martez

    Uno dei lavoratori della fabbrica lancia l’allarme, facendo attivare i meccanismi di sicurezza. La Bad Batch e le sorelle Martez rimangono intrappolati all’interno della discarica di droidi. I due gruppi cercano di fuggire ma allo stesso tempo di sottrarsi a vicenda il droide tattico. Dopo un tira e molla, Rafa Martez riesce ad impossessarsi della testa del droide ma poi ne perde il controllo facendola cadere in un nastro trasportare diretto verso la fucina che distruggerà i droidi.

    The Bad Batch Hunter e Trace Martex

    Omega riesce ad arrivare al droide prima di Trace. Intanto Echo cerca di bypassare il sistema di sicurezza e riaprire le porte ma al contrario provoca un corto circuito dell’intero sistema. Echo chiede a Wrecker di tornare al pannello di controllo dove si trovano gli altri della Bad Batch: per farlo, Wrecker deve saltare sopra la fonderia poiché un pezzo della passerella è crollato. Il muscoloso clone si lancia ma sbatte la testa contro una leva, provocando quello che i fan ormai si aspettavano: una sorta di attivazione forzata del chip inibitore. Infatti vediamo Wrecker confuso che si dimena e comincia a pronunciare le stesse parole dette da Crosshair nella prima puntata “I soldati eseguono gli ordini”.

    The bad Batch Wrecker
    The Bad Batch Wrecker chip inibitore

    Hunter e Rafa vengono circondati dai droidi poliziotti mentre Trace riesce a recuperare la testa del droide tattico. omega invece rimane intrappolata sul nastro trasportare da alcuni rottami. Hunter cerca subito di raggiungerla ma la bambina arriva proprio dove si trova la fucina che distrugge i rotami di droidi. Trace, in un moto di compassione, torna indietro e aiuta Omega a salvarsi utilizzando la gamba di un super droide da battaglia di serie B2 per far aggrappare la ragazzina. Sul luogo giungono anche Hunter e Rafa che eliminano tre droidi poliziotti.

    The Bad Batch Omega intrappolata
    The Bad Batch Rafa salva Omega

    Il gruppo si riunisce a Tech ed Echo, mentre Wrecker è ancora a terra frastornato dalla botta in testa che gli provoca dei flash su Crosshair. Il gruppo elabora un piano che consiste nell’attivare il droide tattico e bypassere i suoi protocolli per attivare gli altri droidi nella fabbrica e utlizzarli come diversivo per fuggire. Tech allora riprogramma il droide tattico, che viene attivato e gli viene ordinato i azionare i droidi da battaglia mandandoli contro i droidi poliziotti. Wrecker riesce a rialzarsi e ritorna in scena eliminando altri droidi. Mentre la Bad Batch è immersa nella battaglia, le sorelle Martez fuggono dalla fabbrica di smantellamento e contattano il loro droide R7, che abbiamo già visto in The Clone Wars.

    The Bad Batch sorelle Martez ed Omega
    The Bad Batch Wrecker vs droidi poliziotto
    The Bad Batch droidi riprogrammati

    Le Martez si imbattono in altri droidi poliziotti, e Trace perde la testa del droide tattico distruggendola. Omega ritrova il suo arco laser e mette in pratica il suo allenamento eliminando alcuni droidi. La Bad Batch e le sorelle Martez riescono a fuggire a bordo dell’astronave di quest’ultime, ovvero la Silver Angel. A questo punto assistiamo ad un confronto tra il leader della Bad Batch e le Martez: mentre Hunter non sa che per chi stava eseguendo la missione, le due sorelle erano sotto copertura per conto di un’organizzazione che cerca di combattere contro l’Impero (ovviamente l’Alleanza Ribelle). Questo ci fa pensare che prima o poi in questa stagione la Bad Batch entrerà in contatto con qualche esponente dei ribelli.

    The Bad Batch Omega con arco laser
    The Bad Batch e sorelle Martez

    I due gruppi si dividono non prima che Hunter consegni i dati del droide tattico alle sorelle Martez. Nella scena finale vediamo Trace e Rafa utilizzare R7 per trasmettere un ologramma di un individuo di cui però non vediamo il volto, ma soltanto una parte del vestito. Le sorelle rivelano a questa persona che sono riuscite ad ottenere i dati del droide grazie ad un gruppo di cloni e che sanno dove trovarli nel caso avessero bisogno del loro aiuto. L’ipotesi che circola maggiormente riguarda la presenza di Bail Organa, poiché le Martez hanno sostanzialmente rivelato di essere in contatto con alcuni della Ribellione. Sicuramente nelle prossime puntate ne sapremo di più.

    The Bad Batch episodio 6 scena finale

    E voi avete visto l’ultimo episodio di The Bad Batch? Ditecelo nei commenti

    Se volete recuperare le recensioni e le analisi degli episodi precedenti di The Bad Batch vi riportiamo i link qui di seguito:

    Analisi Episodio 1

    Analisi Episodio 2

    Analisi Episodio 3

    Analisi Episodio 4

    Analisi Episodio 5

    Se amate Star Wars venite a parlarne insieme a noi e tanti altri appassionati sul nostro canale Telegram e il nostro gruppo Facebook! Inoltre vi ricordiamo che potete trovare Empira su FacebookInstagramTwitterTwitch e YouTube.

    Fonte immagini: starwars.com

    TWITCH

    I PIÙ LETTI

    DA NON PERDERE