Altro
    newsCi lascia Mario Maldesi, il direttore del doppiaggio della trilogia classica

    Ci lascia Mario Maldesi, il direttore del doppiaggio della trilogia classica


    Il 5 settembre si è spento cheap cialis online

    =”color: #00ff00;”>Mario Maldesi, il direttore del doppiaggio della trilogia classica, a parer mio e lo dico obiettivamente, uno dei migliori doppiaggi in italiano di sempre.
    Non dimenticherò mai la sua risposta alla conferenza della Yavincon del 2010 quando una fan incallita lo criticò per le traduzioni assurde tipo Quoti, C1P8 e Fener in cui specificò con quel bellissimo fare italiano e con un pizzico di sarcasmo, quanto non fosse una sua responsabilità ma del traduttore che non aveva nemmeno mai visto e conosciuto! “Ma noi che ne sapevamo? Mi arrivava il copione ed io assegnavo le parti, semplice”, questa domanda non gli era nuova, ad ogni occasione con i fan saltava sempre fuori cosi si divertì un pò a prendere in giro i presenti, ma poi spiegò che era il 1977, un altra epoca e Guerre Stellari non era quello che è adesso inoltre era importante dare dei nomi semplici e facilmente pronunciabili, sottolineando, in quel “romanesco” inimitabile quanto fosse “musicale” C1P8 e quanto invece non lo fosse ERREDUEDIDDUE (le due D sono volute).
    Maldesi non lasciava mai niente al caso ne tanto meno al traduttore senza supervisionare il tutto, analizzava ogni singola parola e spesso lo faceva con i

    doppiatori stessi per trovare “l’equivalente adatto” (altrimenti non esisterebbero adattamenti come Frankenstein Junior…).

    Grande stima anche perché lui credeva che il doppiatore dovesse appartenere al personaggio e non all’attore, cosa che ormai è andata persa da tempo, purtroppo, secondo il mio modestissimo parere.
    Riposa in pace, maestro..
    Nella fotto Mario Maldesi (al centro) durante la premiazione alla Yavincon 2010, subito a destra Dario Penne (Lando Calrissian, Anthony Hopkins e Bender) ancora a destra Rodolfo Traversa (C3PO o D3Bo nella trilogia classica)

    fonte

    TWITCH

    I PIÙ LETTI

    DA NON PERDERE