Tutto ciò che Rogue One non ci ha mostrato

Scrivo questo articolo dopo la terza visione di Rogue One: A Star Wars Story, non perchè il film non mi abbia convinto (sono tutt’ora estasiato) ma, perchè ancora mi sto chiedendo perchè moltissime scene, prese dai vari materiali promozionali (teaser e trailer ufficiali e internazionali), non siano presenti nel film.

Mi sono posto una serie di domande dopo il film e una di queste è stata: cos’era Rogue One prima del processo di reshoot? Ma soprattutto, quanto è cambiato dal progetto originale? Probabilmente per rispondere a queste domande bisognerà aspettare almeno fino al rilascio della prima versione in blu-ray, ma se torniamo indietro ad analizzare il materiale promozionale pubblicato, potremmo trovare qualche indizio su come si sarebbe dovuta svolgere la storia realmente.

Cercheremo di affrontare la cosa cronologicamente, sempre in base al materiale rilasciato, perciò se non avete ancora visto il film non proseguite nella lettura di questo articolo.

Partiamo dalle prime immagini rilasciate da Entertainment Weekly in cui si vedono per la prima volta i nuovi Deathtroopers e concentriamoci su quella con il fuoco sullo sfondo.

Sicuramente si tratta della parte introduttiva, il fuoco alle spalle lascia intuire che si tratti della ricerca della piccola Jyn Erso e questi nuovi ed efficentissimi Deathtrooper abbiano inziato a bruciare a partire dalla casa i vari possibili nascondigli per stanare la “preda”.

In quest’immagine invece si vede uno dei Deathtrooper che trova uno dei giocattoli lasciati da Jyn durante la fuga. Certo, nel film si vede questa scena, però molto probabilmente buona parte della fuga è stata cancellata!

Passiamo alla prima apparizione di Jyn Erso nella base ribelle su Yavin4, come possiamo notare dal trailer questa scena è stata completamente rimaneggiata. Riporto di seguito il dialogo originale:

“State your name for the record.”

“Jyn Erso.”

“Forgery of imperial documents, aggravated assault, possession of stolen property, aggravated assault, resisting arrest.”

Mon Mothma: “On your own since the age of fifteen. Reckless, aggressive, and undisciplined.”

“Are you reliable without the shackles?” asks General Draven.

“Yes, sir!,” Jyn snarkily responds.

La maggior parte della dinamica di questo dialogo, presa dai vari trailer, è completamente diversa rispetto alla dinamica assunta nel film. La maggior parte della “vita spericolata” da fuori legge di Jyn è stata rimossa dalla release finale, dove le sue risposte sono molto meno aggressive ma soprattutto molto meno arroganti. Molto probabilmente il reshoot è servito anche per rimodellare il personaggio di Jyn Erso, ammorbidendolo, togliendo quell’arroganza e quell’empatia che l’avrebbero contraddistinta, per cercare forse di renderlo più vero.

Passiamo ad un altro personaggio completamente rimodellato: Saw Gerrera (interpretato da Forest Whitaker). Il primo Saw visto nei trailer pone alcune domande a Jyn sulla sua scelta di aiutare la ribellione.
Riporto di seguito il dialogo originale:

“What will you do when they catch you? What will you do when they break you? If you continue to fight…. What will you become?”

Sembra quasi che Saw Gerrera stia parlando della sua esperienza personale. La guerra lo ha cambiato sia fisicamente che psicologicamente.

Perchè Saw Gerrera cerca di impartirle questa lezione nei trailer? Bisogna tener conto che Jyn, non aveva del tutto intenzione di unirsi alla Ribellione finchè non le viene mostrato il messaggio del padre, lasciato a Bodhi, durante la distruzione di Jedha. In pratica, per capirci, il personaggio di Jyn cambia radicalmente e drammaticamente idea nella release finale del film, ma esattamente cosa sarebbe dovuto succedere prima di tutto questo?

Nello special “dietro le quinte”, è stata mostrata una scena girata su Jedha con Forest Whitaker e Felicity Jones bloccati su un qualche tipo di impianto. Però, nella versione finale sembra che i due, all’esterno o nelle prossimità dell’accampamento di Jedha, non si siano mai incontrati e che il loro unico incontro rimanga solo quello nella sala con il proiettorie di ologrammi. Sicuramente, Jyn e Saw si sono in un qualche modo incontrati prima. Magari è la stessa Jyn che cerca di salvare Saw dall’imminente distruzione.

Nel trailer, Jyn si trova nella base ribelle di Yavin4, mentre cerca di convincere i capi della ribellione a rubare i piani della Morte Nera. La scena rimane più o meno simile, ma viene tagliata una parte di frase molto particolare:

“This is a rebellion isn’t it? I rebel!”

Questa frase (“I rebel!”) sicuramente è stata inserita nel materiale solo a scopo promozionale, ma molto probabilmente viene rimossa dal film perchè Jyn sta cercando di convincere i capi dei ribellione fare qualcosa di alternativo dal rubare i piani della Morte Nera..ma cosa sta chiedendo esattamente?

Un’altra ripresa, composta da pochi secondi apparsa in uno dei trailer è quella in cui Baze Malbus (Jiang Wen) e Chirrut Îmwe (Donnie Yen) sono escono dall’U-Wing semi distrutto e durante l’attacco della Ribellione su Eadu aiutano lo squadrone di X-Wing.
Particolare la frase urlata da Baze Malbus ai TIE-Fighter Imperiali, tagliata dalla release:

“They destroyed our home”

Di questa parte è rimasta solamente la scena dell’unico ma preciso colpo di blaster di Chirrut Îmwe, che fa precipitare uno dei TIE, distruggendo la torretta con il cannone blaster messa a difesa del complesso di Eadu.

Un’altra ripresa abbastanza importante presa sempre della campagna marketing, è quella di Jyn, travestita da Imperiale, che si gira a favore di camera appena si accendono le luci di un tunnel. Mentre il travestimento è stato usato nel film finale, questa inquadratura è stata cancellata.

Siamo verso la parte finale del film e tutti si saranno accorti che nessun TIE Fighter, a differenza delle immagini pubblicate nel trailer di Agosto, fa capolino davanti al commutatore dell’antenna di trasmissione di Scarif.
Questa scena è stata tagliata e sostituita con il nuovo modello TIE che sparerà da lontano per cercare di far saltare il ponte.

Cosa sarebbe dovuto succedere? Dalle immagini sembra chiaramente che non voglia uccidere Jyn. Se fosse stato rubato da qualche soldato della Ribellione? Se fosse lo stesso Bodhi Rook (Riz Ahmed) a pilotarlo?

Un’ipotesi, potrebbe essere quella dell’impossibilità di trasferire i piani dall’antenna principale come in realtà succede nel film, oppure, l’archivio in un qualche modo era separato da quest’antenna e serviva il mezzo di trasporto adatto per arrivarci.

Jyn Erso, K-2SO e Cassian stanno correndo all’interno del corridoio della base Imperiale su Scarif. Questa sequenza è stata girata all’interno della stazione della metropolitana di Canary Wharf di Londra. Questa sequenza non appare nel film, ma possiamo lo stesso vedere questa porzione del complesso imperiale,  nelle sequenze dove Jyn e Cassian travestiti da Imperiali assieme a K-2SO passano, dopo essere atterrati sul Pianeta.

La parte importante da segnalare, è in mano a Jyn.

Sì, è il drive che contiente i piani della Morte Nera presi dal direttamente dal server centrale. Questa scena ci suggerisce una cosa: a differenza del film dove K-2SO si sacrifica per poter permettere a Jyn e Cassian di continuare la missione, qui sembra che in un qualche modo si salvi e riesca a tornare indietro assieme agli altri per cercare di trasmetterli dalla navetta.

E’ interessante sapere che, questa scena è stata citata da Gareth Edwards durante la Star Wars Celebration Europe (che è avveuta subito dopo il reshooting)! Perchè si sarebbero dovuti concentrare su questa scena, dopo che è stata cancellata dal film?

Questa è una ripresa di Jyn e Cassian che corrono durante l’assalto ai nuovi AT-ACT. Bisogna sempre notare che nella mano sinistra di Jyn c’è ancora il drive con i piani della Morte Nera, mentre dati non hanno mai lasciato il complesso dell’archivio di Scarif nella versione cinematografica.
Questa versione “alternativa” suggerisce ancora una volta che la trasmissione del piani inizialmente non sarebbe avvenuta tramite l’antenna principale.

Sempre durante lo special “dietro le quinte” mostrato alla Star Wars Celebration Europe, vengono mostrate alcune immagini in slow-motion della corsa sulla spiaggia, dove possiamo vedere Jyn con in mano il drive dei piani, con al suo fianco Cassian e la versione “umana” di K-2SO (Alan Tudyk).

Queste immagini vengono mostrate anche nei primi Spot TV, rilasciati a 10 giorni dalla release cinematografica.

Rimaniamo sempre in tema spiaggia: molte delle immagini pubblicitarie pubblicate tramite i social network e presentate alla Star Wars Celebration Europe sempre dopo il periodo di reshoot non vengono minimamente menzionate nel film.
Iconica per esempio, l’immagine della pattuglia di Stormtrooper che sorveglia la spiaggia camminando tra le acque di Scarif, che è diventata la base per la promozione del film e il teaser poster, dove sembra che proprio quella pattuglia stia bloccando il gruppo di ribelli sulla spiaggia, sull’unica via rimasta per poter completare la trasmissione dei piani!

Sempre durante la Star Wars Celebration Europe però, Edwards ha dichiarato che queste immagini potrebbero in realtà non essere nel film per problemi di meteo (era in arrivo una tempesta che ha compromesso la riuscita delle riprese):

“A storm actually started coming in when we filmed this bit, and the problem is, if you use it, people will think its like bad VFX because it looks like we cut things out and done things to it but that’s exactly how it looked on the day.”

L’ultima foto pubblicitaria pubblicata, per intenderci quella con il gruppo di Ribelli che corre in acqua, ha un particolrità: è stato cancellato il drive dalle mani di Jyn Erso.

Quindi, se il gruppo di ribelli non fosse morto separatamente in battaglia come succede nel film, come sarebbe finito originariamente il film?

Nella release cinematografica, il direttore Krennic, viene steso da Cassian sulla torre di comunicazione. Ma anche per lui, ci sarebbe stata una fine diversa, non si sa quale ovviamente, ma come si può vedere da queste immagini sulla spiaggia era presente anche lui.

Mancano inoltre alcuni fotogrammi di Vader presenti nei vari trailer, come potete vedere dalle immagini qui sopra e un intero dialogo con Krennic, probabilmente avvenuto sulla Morte Nera o su uno Star Destroyer.
Da segnalare la frase del trailer:

“The power that we are dealing with here is immeasurable!”

Sicuramente ho tralasciato qualche particolare, ma come potete vedere dalle immagini e dai dialoghi mancanti sembra quasi che Edwards avesse in mente tutto un altro film.
Sicuramente questo reshoot ha portato Rogue One al livello ottimale per un fan della saga ma il dubbio rimane sempre:

Come sarebbe stato originariamente il film?

Al momento non ci è dato saperlo, l’unica soluzione è stato raccogliere questi indizi e riportarli in un articolo, dovremmo sicuramente aspettare la prima versione blu-ray, la cui data di uscita non è ancora stata annunciata anche se il pre-ordine è già disponibile.

Che la Forza sia con Noi.

– Andrea Bottazzi

Fonte: http://www.slashfilm.com/rogue-one-missing-trailer-footage/

 

 

 

 

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *