Altro
    CuriositàMessa all’asta la collezione di David Prowse, Darth Vader nella trilogia originale

    Messa all’asta la collezione di David Prowse, Darth Vader nella trilogia originale

    David Prowse, il volto dietro la maschera di Darth Vader nella prima trilogia cinematografica di Star Wars, è venuto a mancare lo scorso novembre. La sua preziosissima collezione è stata messa all’asta


    David Prowse, tutt’uno con la Forza

    David Prowse, l’attore che ha interpretato Darth Vader nella trilogia originale di Star Wars, è morto lo scorso 28 novembre all’età di 85 anni, a causa di complicazioni dovute al Covid-19 che si sono sommate a diversi problemi preesistenti, tra cui Alzheimer. Il suo ruolo nell’interpretazione del personaggio è stato molto controverso: la sua voce fu infatti ridoppiata da James Earl Jones, a insaputa di Prowse, essendo ritenuta “poco profonda” da Lucas; ne Il Ritorno dello Jedi, sempre a insaputa di Prowse, fu scelto l’attore Sebastian Shaw per girare l’unica scena in cui si scopre il volto di Vader, a quanto pare su richiesta di Alec Guinness, interprete di Obi-Wan Kenobi, il quale era un grande amico di Shaw e aveva bisogno di una “spinta” da parte di Lucas a girare il terzo film di una trilogia che non l’aveva mai convinto appieno.

    David Prowse

    È di ieri la notizia secondo cui molti cimeli di Prowse sono stati messi all’asta e che una parte del profitto verrà devoluta in beneficenza: tra questi, il suo copione de L’Impero colpisce ancora e svariati messaggi ricevuti all’epoca da Mark Hamill e Carrie Fisher, alias Luke Skywalker e Leia Organa, oltre a un pezzo dell’originale Millennium Falcon.

    Mark Hamill a David Prowse
    “A David, per me sarai sempre ‘papà’ Vader” [Mark Hamill]

    Un altro importante pezzo di collezione di Prowse a tema Star Wars messo all’asta è una fedele replica in scala del celebre elmo di Darth Vader, che l’attore ricevette da un fan ai tempi di Episodio V

    David Prowse

    L’asta in questione, che include oltre 600 memorabilia, è stata organizzata dall’amico e assistente di Prowse, Julian Owen, il quale ha lavorato con lui per oltre dieci anni e ha contribuito alla decisione di devolvere parte dei profitti all’Alzheimer’s Research UK. A quanto pare anche la moglie di Prowse ha avuto un ruolo importante in questa scelta, tra le lodi del direttore dell’associazione di ricerca. L’asta è aperta e terminerà il prossimo 4 maggio, una data certamente non casuale tra i fan di Star Wars. Difficile soffocare l’amarezza che si prova dietro alla perdita di uno dei pilastri della saga, ma allo stesso tempo è innegabile che una tale iniziativa sia un’eccellente modo di saziare la sete dei collezionisti garantendo un grosso contributo alla ricerca, oggi più che mai una necessità. 

    Per chiunque di voi si ritenga interessato, lasciamo qui il link all’asta.

    Se amate Star Wars venite a parlarne insieme a noi e tanti altri appassionati sul nostro canale Telegram e il nostro gruppo Facebook! Inoltre vi ricordiamo che potete trovare Empira su FacebookInstagramTwitterTwitch e YouTube.

    TWITCH

    I PIÙ LETTI

    DA NON PERDERE