Serie TVObi-Wan Kenobi Parte VI: analisi e easter egg del finale

Obi-Wan Kenobi Parte VI: analisi e easter egg del finale

Il 22 giugno è uscito il sesto ed ultimo episodio di Obi-Wan KenobiParte VI. Nell’articolo vi proponiamo la nostra analisi della puntata e gli easter egg al suo interno.


Obi-Wan Kenobi – Analisi e easter egg del sesto episodio

L’episodio è diretto, come i precedenti, da Deborah Chow e scritto da Jobi HaroldAndrew Stanton, Hossein Amini e Stuart Beattie. Vediamo insieme gli easter egg all’interno della quarta puntata.

Attenzione, l’articolo contiene numerosi SPOILER sull’intera serie.

Inoltre, poiché gli eventi narrati in questo episodio si dividono in due filoni principali che si intersecano soltanto alla fine, analizzeremo le due storyline separatamente nonostante il montaggio alternato della puntata.

Il rematch del secolo

Star Destroyer Devastator

Fuori da Jabiim, lo Star Destroyer Devastator, con all’interno Darth Vader, è all’inseguimento dei fuggitivi sotto il comando di Roken. Quest’ultimo avvisa i passeggeri che l’iperguida è quasi riparata e ordina che quasi tutta la potenza venga destinata allo scudo deflettore posteriore in modo da resistere agli attacchi dell’Impero, in modo da poter arrivare su Tessen. In privato, Roken rivela ad Obi-Wan che in realtà non riusciranno a riparare in tempo le parti di nave danneggiate. Leia utilizza il droide Lola per consolare il bambino Corran e sua madre (visti anche nella Parte II quando venivano mandati da Haja Estree su Jabiim).

i rifugiati del Cammino

Obi-Wan capisce che l’unico modo per salvare i suoi compagni e separarsi a loro in modo da tenere l’attenzione di Vader su di lui. Leia è amareggiata da questa decisione, e per consolarla Kenobi le regala la fondina della pistola utilizzata da Tala Durith. Anche Roken è costretto ad accettare la decisione del Jedi, capendo che non è solo una questione di salvare loro ma anche una questione personale tra Obi-Wan e Darth Vader. Obi-Wan sale quindi a bordo di una navicella. Dallo Star Destroyer lo percepiscono, e mentre il Grande Inquisitore è determinato a cacciare i membri del Cammino, Darth Vader ordina di inseguire Kenobi.

Obi-Wan giunge su una luna rocciosa senza nome, e Vader sopraggiunge poco dopo a bordo della sua navicella shuttle, determinato a sconfiggere il suo vecchio Maestro (in una sorta di situazione ribaltata rispetto ad Episodio III – La Vendetta dei Sith dove era Anakin ad aspettare Obi-Wan).

Obi-Wan con la spada
Darth Vader di fronte ad Obi-Wan

Tra i due nasce un duello senza esclusione di colpi in mezzo ai pinnacoli rocciosi. Dopo alcuni colpi di spada laser Kenobi lancia un pinnacolo di roccia contro Vader, il quale nota come la sua forza e il suo vigore di un tempo siano tornati. Il Sith rilancia le rocce contro il suo vecchio Maestro e poi fa crollare il terreno sotto di lui, intenzionato a seppellirlo sotto le rocce. Convinto di averlo sconfitto, Vader se ne va.

Obi-Wan lancia le rocce contro Vader

Obi-Wan viene tormentato dai ricordi del suo precedente duello con Anakin/Darth Vader. Ma concentrandosi su Luke e Leia riesce ad aprirsi un varco tra le rocce utilizzando la Forza, e raggiunge Vader riprendendo il duello. Il Jedi riesce addirittura a sollevare molte rocce contemporaneamente e a lanciarle contro Vader (un potere simile a quello utilizzato da Rey alla fine di Episodio VIII – Gli Ultimi Jedi).

Obi-Wan vs Vader

In seguito, Obi-Wan riesce a danneggiare l’armatura e il sistema respiratorio di Vader, ed infine con un colpo di spada laser gli lacera parte dell’elmo, mostrando la parte sinistra del volto bruciato di Anakin (in una scena molto simile a quella tra Ahsoka e Vader nel finale della seconda stagione di Rebels, anche se in quel caso veniva danneggiata la parte destra dell’elmo).

Damaged Vader
Obi-Wan osserva il volto di Anakin

Il Jedi si rivolge al suo ex-Padawan come Anakin, ma Vader risponde che Anakin non c’è più (in questa scena sentiamo la doppia voce di Vader e Anakin che si intersecano). Kenobi, ormai col cuore spezzato, capisce che non c’è più speranza di riportare indietro il suo vecchio amico e si scusa con lui. Ma Vader riponde che non deve scusarsi perché è stato lo stesso Vader ad uccidere Anakin in una sorta di doppia personalità che predomina sull’altra. Kenobi si dilegua rivolgendosi al suo avversario semplicemente come Darth, e se ne va dalla luna rocciosa.

Reva in cerca di vendetta

Reva, dopo gli eventi dell’episodio precedente, giunge su Tatooine alla ricerca del figlio di Anakin. Una volta arrivata a Mos Espa, chiede ad un venditore dove si trovi Owen Lars. Intanto Luke e lo zio si dirigono da un meccanico per cercare un componente per riparare il loro landspeeder. Un uomo di nome Dardin Shull giunge sul posto e li avvisa che li stanno cercando. I due ritornano quindi a casa e Owen avvisa Beru che devono fuggire perché Reva è sulle loro tracce. Beru si rifiuta di fuggire e convince il marito a combattere per difendere la loro casa.

Reva su Tatooine

Owen e Beru nascondono quindi Luke e preparano i loro blaster. Nella notte, Reva giunge alla casa dei Lars e accende la sua spada laser. I coniugi Lars aprono il fuoco sull’ex-Inquisitrice. Reva mette all’angolo Owen e lo disarma. Grazie alla Forza, Reva percepisce quanto Owen ami Luke come se fosse suo figlio naturale, e poi afferma di volere soltanto vendetta sulla famiglia Skywalker. Reva giunge quindi nella stanza in cui Luke era nascosto (la stessa in cui ascolta il messaggio di Leia in Episodio IV) ma quest’ultimo riesce a fuggire e corre nel deserto.

Il destino di Reva e Kenobi

Il bambino si nasconde tra le rocce del Canyon Beggar con Reva sulle sue tracce. Quest’ultima, utilizzando la Forza, riesce a smuovere alcune rocce facendo cadere Luke, il quale sviene. Kenobi, viaggiando attraverso l’iperspazio, percepisce che Luke è in pericolo e giunge su Tatooine. Reva intanto attiva la spada laser (che Luke non vedrà mai, rimanendo coerenti con i fatti visti in Episodio IV) ma viene tormentata dai ricordi della Purga Jedi e capisce che questo non è il modo di cercare vendetta.

Obi-Wan trova Owen e Beru alla disperata ricerca di Luke. Ad un certo punto, dal deserto sopraggiunge Reva con in braccio Luke. Il bambino sembra in fin di vita, ma subito dopo si riprende per la gioia dei genitori adottivi e di Obi-Wan. Il Jedi si confronta con Reva, con quest’ultima che sente di aver fallito nel vendicare la morte dei suoi compagni youngling. Ma Kenobi è del parere contrario, e afferma che Reva ha fatto la cosa giusta mostrando pietà, e che ora è libera di scegliere il suo destino.

Su Mustafar, alla Fortezza Vader, il Sith riceve un ologramma di Palpatine (interpretato nuovamente da Ian McDiarmid) e lo informa che ha sguizagliato diversi droidi sonda alla ricerca di Kenobi. Ma Darth Sidious mette in dubbio la fedeltà del suo apprendista a causa del suo conto in sospeso con Kenobi. Vader quindi afferma che Obi-Wan non conterà più nulla e riafferma la sua fedeltà all’Imperatore.

Darth Vader nella sua fortezza
L'Imperatore Palpatine

Su Alderaan, la giovane Leia si veste e si acconcia i capelli in modo simile a come li avrà nella trilogia originale. La madre Breha è stupita di vederla con indosso la fondina. La bambina e i genitori si recano alla pista d’atterraggio, e la bambina è contenta di vedere che dalla nave scende Obi-Wan. I due riescono ad avere un ultimo dialogo, con il Jedi che riconosce in lei le caratteristiche sia del padre che della madre. Quando la bambina gli chiede se si rivedranno, quest’ultimo afferma che dovranno prestare molta attenzione in futuro. Infine, Obi-Wan decolla lasciando il pianeta.

Leia su Alderaan

Tornato su Tatooine, Obi-Wan lascia la sua caverna e a cavallo del suo eopie si dirige alla casa dei Lars. Il Jedi dice ad Owen che ha capito che Luke deve crescere come un bambino qualsiasi senza la responsabilità dell’intera galassia sulle sue spalle. Owen concede comunque a Kenobi di salutare un’ultima volta Luke, al quale regala la navicella giocattolo del primo episodio (che poi vedremo in Episodio IV) prima di dirigersi nel deserto. Inoltre in questo frangente Kenobi sfoggia una tunica molto simile a quella che vediamo nei fumetti di Star Wars canonici con le avventure raccontate nel diario che Luke trova su Tatooine.

Obi-Wan e Owen

Il Jedi giunge di fronte all’ingresso del Canyon Beggar, e in quel momento si manifesta il fantasma di Forza del suo vecchio Maestro, ovvero Qui-Gon Jinn, mostrando come dagli eventi di The Clone Wars (in cui riusciva a manifestarsi soltanto come voce) abbia continuato il suo addestramento e sia ora in grado di manifestarsi come fantasma. Qui-Gon afferma che accompagnerà Kenobi in questo viaggio.

Qui-Gon Jinn come Fantasma di Forza
Obi-Wan si dirige nel Canyon Beggar

Invece se volete recuperare l’analisi degli episodi precedenti di Obi-Wan Kenobi vi riportiamo i link qui di seguito:

Analisi Parte I e Parte II

Analisi Parte III

Analisi Parte IV

Analisi Parte V

Se amate Star Wars potete venire a parlarne insieme a noi e tanti altri appassionati sul nostro canale Telegram Empira Community e il nostro gruppo Facebook! Inoltre vi ricordiamo che potete trovare Empira su FacebookInstagramTwitterTwitch e YouTube. E per non perdervi una singola notizia iscrivetevi al canale Telegram Empira NEWS!

EmpiRa ha ufficialmente aperto il tesseramento per l’anno 2021 e 2022! Se volete unirvi a noi non vi resta che cliccare nel link sotto. Abbiamo tanti piani per il futuro e come disse una vecchia conoscenza: Saremmo onorati se vi uniste a noi!
LINK AL TESSERAMENTO

TWITCH

TESSERAMENTO

EVENTI