Altro
    Serie TVThe Acolyte - La showrunner Leslye Headland parla della serie e dell'amore...

    The Acolyte – La showrunner Leslye Headland parla della serie e dell’amore per Star Wars

    Leslye Headland, showrunner ed head writer dello show The Acolyte, si dichiara una fan sfegatata di Star Wars e afferma di essere molto entusiasta della serie che le è stata affidata


    Leslye Headland, tanto amore per Star Wars

    Qualche giorno fa sulle pagine di The A. V. Club è stata pubblicata un’intervista a Leslye Headland, showrunner di The Acolyte, la serie di Star Wars annunciata lo scorso dicembre e ambientata nell’ultima fase dell’Alta Repubblica. Non conosciamo il periodo di uscita della serie, tuttavia Headland conferma che è in piena preproduzione.

    The Acolyte

    Nell’intervista, Leslye Headland afferma di essere una fan hardcore di Star Wars da tempo immemore:

    Il mio rapporto con Star Wars probabilmente attraversa gran parte della mia vita, ed è cambiato nel corso dei decenni. Quando ero più giovane, divoravo i film in home video e li ho assolutamente amati – in particolare la trilogia originale. Ai tempi della scuola media ho letto diversi romanzi, come L’Erede dell’Impero di Timothy Zahn, ho amato anche quello. […] Star Wars era quell’ancora di salvezza che mi rendeva felice, il che mi spingeva a inserirlo in gran parte dei miei scritti quando ero piccola. […] L’immagine che mi colpisce sempre proviene da Il Ritorno dello Jedi, quando Luke implora l’aiuto di suo padre e Vader gira lo sguardo dall’Imperatore a suo figlio, senza che possiamo vederne il volto. Ancora oggi, ho i brividi quando ci penso.

    La showrunner, poi, si esprime sul fandom:

    Il coinvolgimento dei fan di Star Wars sui social media mi entusiasma. […] Vedere un fandom come questo mi mette un po’ d’ansia, ma è comprensibile, essendo il brand una grande opera d’arte.

    The Acolyte, un team eterogeneo

    Successivamente viene il turno di The Acolyte: Headland afferma di aver messo insieme il team che si sta occupando della scrittura e della sceneggiatura della serie, soffermandosi sull’aver volutamente scelto persone con visioni diverse dalla sua.

    Non volevo una stanza piena di persone disposte a concordare con me su tutto. Non ideologicamente, ma artisticamente: persone con diversi stili di scrittura e interessi. […] Nessuno di loro ha vissuto la stessa esperienza in Star Wars.

    La showrunner afferma che nella sua squadra c’è anche una persona che non conosce letteralmente nulla della galassia lontana lontana: in questo modo c’è un punto di vista “esterno” rispetto a quello del conoscitore esperto, che vede Star Wars proprio con gli occhi del fan e, di conseguenza, condiziona in parte il proprio giudizio sulla piega da far prendere alla storia. In altri termini, così facendo si presta la giusta attenzione anche agli aspetti dello show non prettamente topici della saga, ma che sono necessari per un bel racconto.

    The Acolyte

    Sul finire dell’intervista, Leslye Headland afferma che Star Wars (dunque anche The Acolyte), sulla base dell’impronta lasciata da George Lucas, contiene elementi connaturati con la politica. Spiega la showrunner in maniera molto diretta:

    E’ impossibile raccontare una storia dell’universo di Lucas che non abbia a che fare con qualcosa che i personaggi vedono riflessa esternamente in ciò che sta accadendo nella galassia, nel periodo di tempo in cui la storia stessa è ambientata.

    Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? E quanto attendete The Acolyte? Fatecelo sapere nei commenti!

    Se amate Star Wars venite a parlarne insieme a noi e tanti altri appassionati sul nostro canale Telegram e il nostro gruppo Facebook! Inoltre vi ricordiamo che potete trovare Empira su FacebookInstagramTwitterTwitch e YouTube.

    TWITCH

    I PIÙ LETTI

    DA NON PERDERE