Serie TVThe Bad Batch 1x05 'Furia' - recensione ed analisi dell'episodio

The Bad Batch 1×05 ‘Furia’ – recensione ed analisi dell’episodio

Venerdì scorso è approdato su Disney+ il quinto episodio della prima stagione della serie animata The Bad Batch, intitolato ‘Furia‘. Di seguito vi proponiamo la nostra recensione ed analisi.


The Bad Batch quinto episodio – ecco la nostra recensione ed analisi

The Bad Batch Omega comlink

Altro episodio caratterizzato da una certa verticalità, sempre della durata di 26 minuti (ormai dovrebbe essere questa la media degli episodi). Gli eventi ripartono direttamente dalla fine della puntata precedente senza ellissi temporali, un po’ come successo con gli episodi precedenti. Sembra veramente di assistere ad un’avventura unica suddivisa in capitoli senza interruzioni o salti temporali. La Bad Batch si rende conto che, oltre all’Impero, ora devono guardarsi le spalle anche dalla cacciatrice di taglie che ha provato a rapire Omega nell’episodio precedente.

Se vogliamo trovare un piccolo difetto della puntata, senza entrare in questioni di gusto personale, è la particolare lentezza con cui procede la trama orizzontale di fondo. Inoltre se gli episodi scorsi, per quanto anch’essi molto verticali nella narrazione, proponevano uno sviluppo interessante dei personaggi da un punto di vista psicologico, in quest’ultimo capitolo invece viene anche meno questa esplorazione nella caratterizzazione dei personaggi, con la sola Omega che riceve un avanzamento dal punto di vista dell’equipaggiamento, una dinamica tipica da videogame.

L’andamento della serie sembra essere questo, con una trama orizzntale di sottofondo che procede piano piano mentre ogni puntata si concentra sull’avventura o sul “mostro” della settimana. In particolare, nell’episodio di venerdì viene proposto un plot twist semplice ma molto efficace già utilizzato nella primissima avventura di Din Djarin in The Mandalorian.

Questo episodio di The Bad Batch è diretto da Steward Lee e scritto da Tamara Becher-Wilkinson. Di seguito vi proponiamo l’analisi dettagliata. Se non avete ancora visionato la puntata, vi avvisiamo che di seguito ci saranno SPOILER.

Alla ricerca di Cid

Come di consueto, l’episodio si apre con la Bad Batch a bordo della ormai iconica Havoc Marauder, l’astronave modificata di classe Omicron utilizzata dal gruppo. Omega riceva da Tech il comunicatore che apparteneva a Crosshair, e la squadra si dirige su Ord Mantell sotto consiglio di Echo, il quale rivela di conoscere un informatore di nome Cid alleato dei Jedi e dei Cloni ai tempi della Repubblica.

The Bad Batch Ord Mantell City

Questo pianeta è stato citato per la prima volta in Episodio V quando Han Solo racconta di alcuni problemi avuti con un cacciatore di taglie, ma la sua prima comparsa effettiva è avvenuta nella miniserie a fumetti Darth Maul – Figlio di Dathomir, in cui Ord Mantell ospitava una delle basi dell’organizzazione criminale denominata Sole Nero con a capo proprio l’ex Signore dei Sith.

Dopo essere atterrati a Ord Mantell City, la Bad Batch si reca in una cantina in cui dovrebbe trovarsi proprio Cid. Il luogo è poco frequentato da quando le Guerre dei Cloni sono finite e l’Impero ha preso il posto della Repubblica, infatti vediamo solo una Trandoshana e una zuffa tra un Ithoriano e un Weequay (la specie di Hondo Ohnaka), mentre sullo sfondo possiamo notare delle slot machine e in particolare una che contiene il gioco noto come dejarik (o scacchi olografici), visto numerose volte all’interno della saga ma diventato iconico per la scena di Episodio IV con la partita tra Chewbacca e C3-PO.

The Bad Batch Omega e Cid

Mentre i membri della Bad Batch si interrogano su dove possa essere Cid, Omega si avvicina all’evasiva Trandoshana e deduce facilmente che sia proprio lei la misteriosa Cid, doppiata in questa serie dall’attrice Rhea Perlman. Questo elemento ha fatto tornare in auge tra i fan la teoria secondo la quale Omega possa essere sensibile alla Forza. Dopotutto non è la prima volta che la ragazzina clone dimostra particolari abilità, ad esempio nel primo episodio rivela di possedere un’elevata precisione col blaster nonostante non ne abbia mai tenuto uno in mano, mentre nella terza puntata sembra instaurare una particolare connessione con il Drago Luna di Ordo.

The Bad Batch Cid

Una nuova missione

Cid invita la Bad Batch nel suo covo, contenente moltissimi oggetti provenienti da tutti gli angoli della galassia. Tra questi si possono notare due blaster molto simili a quelli di Jango Fett (posti sopra lo scrano di Cid), un corno di qualche creatura non ben identificata sul tavolo, ed una serie di elmi, tra cui quello di un Clone Trooper fase 2, quello di un Clone Pilota, ed infine un elmo bianco Mandaloriano (un possibile riferimento ai primi concept di Boba Fett che inizialmente avrebbe dovuto vestire i panni di una sorta di supertrooper potenziato indossando un’armatura completamente bianca, idea poi scartata in fase di riprese ai tempi della trilogia originale).

The Bad Batch Cid collezione

La Bad Batch chiede all’informatrice Trandoshana se conosce l’identità della misteriosa cacciatrice di taglie incontrata su Pantora (che noi sappiamo essere Fennec Shand) o chi l’ha assoldata, in cambio Cid chiede alla squadra di compiere una missione per lei, che consiste nel recuperare una ragazza di nome Muchi che è stata rapita dagli schiavisti Zygerriani, una specie che è stata introdotta nello Star Wars Sourcebook del 1987 e che abbiamo poi visto per la prima volta nell’episodio 4×11 di The Clone Wars (intitolato ‘Rapiti‘).

The Bad Batch Cid ologramma Fennec Shand

Missione di salvataggio

La Bad Batch si reca quindi dall’altra parte di Ord Mantell per cercare di recuperare Muchi dalle grinfie degli Zygerriani, capitanati da Raney e che si nascondono nella Città Vecchia. Durante il viaggio, per la terza volta in questa serie, Wrecker soffre di qualche dolore alla testa. Inizialmente sembrava una cosa di poco conto, ma dopo che questa dinamica si ripete per tre volte è probabile che gli autori della serie stiano andando nella direzione in cui Wrecker subirà gli effetti del chip e dell’Ordine 66 con la Bad Batch che cercherà un modo o qualcuno per capire come rimuovere il chip dai propri corpi.

The Bad Batch Old Ord Mantell City
The Bad Batch

Tramite dei binocoli, la Bad Batch osserva la situazione e gli individui rapiti, tra cui vediamo un padre con la figlia appartenenti alla specie Falleen. Hunter ordina ad Omega di tornare alla nave mentre il resto del gruppo elabora un piano.

Mentre la Bad Batch osserva la situazione, i 4 protagonisti vengono attaccati da un Brezak, una sorta di rettile nativo del pianeta Zygerria e già comparso nell’episodio 4×12 di The Clone Wars (intitolato ‘Schiavi della Repubblica‘) cavalcati da Anakin ed Obi-Wan. I quattro cloni vengono distratti e poi catturati grazie ad una rete elettrificata.

The Bad Batch Brezak

Intanto, Cid nel suo studio riceve un ologramma da un misterioso individuo che critica l’operato e il ritardo di Cid nel recuperare appunto Muchi. Il volto di questo individuo non viene rivelato subito ma a fine episodio scopriremo la sua identità, per ora sentiamo solo una minaccia in Huttese.

The Bad Batch Cid Bib Fortuna

La Havoc Marauder viene perquisita da alcuni Zygerriani, con Omega che riesce a sgattaiolare fuori capendo che la situazione si è messa male per la Bad Batch. La bambina clone si reca quindi in soccorso del gruppo, provando a contattarli con il suo nuovo comunicatore senza ricevere risposta. Omega scopre che gli altri cloni sono stati rapiti dagli Zygerriani, quindi trova un modo per eludere le guardie e cercare di recuperare le armi della Bad Batch e liberarli, mentre Echo cerca di distrarre Raney e gli altri Zygerriani in modo che non notino la ragazzina.

The Bad Batch Raney

Il Rancor entra in azione

Omega, nel tentativo di intrufolarsi, nota una gabbia con al suo interno una particolare creatura. La bambina clone allora decide di liberarla per creare scompiglio e approfittare del caos per fuggire insieme alla Bad Batch. Questa creatura si rivela essere un rancor e, con un colpo di scena molto simile a quello utilizzato per Grogu (all’epoca ancora il Bambino) nel primissimo episodio di The Mandalorian, si scopre che Muchi è proprio questo esemplare femmina di rancor cucciolo che Cid voleva recuperare per consegnarlo al misterioso individuo di prima.

The Bad Batch Muchi

Il gruppo si divide con Echo ed Omega che portano in salvo gli ostaggi mentre Hunter, Tech e Wrecker inseguono Muchi. I cloni riescono quasi a raggiungerla ma vengono fermati da Raney in sella al suo brezak. Il capo dei Zygerriani sembra avere la meglio sul rancor e si appresta a domarla con una sorta di frusta laser ma viene fermato da Hunter.

The Bad Batch Hunter Tech e Wrecker
The Bad Batch combattimento

A questo punto inizia uno scontro tra Hunter e Raney, mentre Tech e Wrecker vanno alla ricerca di Muchi. Hunter ha la meglio su Raney mentre subito dopo Wrecker si appresta a fronteggiare il rancor. Dopo alcune difficoltà iniziali, Wrecker riesce a far stancare Muchi la quale cade a terra esausta. Nel mentre Echo ed Omega riescono a far fuggire gli altri ostaggi e la ragazzina si impossessa di un arco laser zygerriano.

The Bad Batch Hunter frusta laser
The Bad Batch Wrecker vs Muchi
The Bad Batch Omega arco laser

A questo punto ci viene rivelata l’identità del misterioso individuo con cui Cid aveva strettao un accordo: Bib Fortuna (doppiato sempre da Matthew Wood, supervisore al montaggio sonoro della serie e che ha interpretato il personaggio anche nella scena post-credit di The Mandalorian), il quale si presenta di persona, accompagnato da due guardie Gamorreane, proprio da Cid pretendendo che gli venga consegnata Muchi. Poco dopo arriva proprio la Bad Batch con il rancor, consegnandolo al braccio destro di Jabba.

A questo punto bisogna fare una precisazione, poiché abbiamo notato che ci sono stati molti dubbi e anche polemiche online. Inizialmente molti fan hanno pensato che Muchi fosse lo stesso rancor visto in Episodio VI e ucciso poi da Luke Skywalker, ma in realta quest’ultimo è un rancor di genere maschile (mentre Muchi è femmina) e di nome Pateesa (che in Huttese significa ‘Amico’). Su twitter è intervenuta anche la sceneggiatrice dell’episodio creando ancora più confusione (ve ne parliamo meglio in questo articolo), ma possiamo dire che siano due rancor diversi.

The Bad Batch Bib Fortuna

A questo punto Cid rivela alla Bad Batch che la cacciatrice di taglie sulle loro tracce è Fennec Shand, la quale è entrata a far parte da poco della Gilda dei Cacciatori di Taglie. Dopo aver consegnato ad Hunter la loro parte di crediti pattuiti, la Bad Batch riparte per una nuova avventura con Cid che offre il suo aiuto in caso ne avessero nuovamente bisogno.

The Bad Batch finale puntata 5

Se volete recuperare le recensioni e le analisi degli episodi precedenti di The Bad Batch vi riportiamo i link qui di seguito:

Analisi E01

Analisi E02

Analisi E03

Analisi E04

Se amate Star Wars venite a parlarne insieme a noi e tanti altri appassionati sul nostro canale Telegram e il nostro gruppo Facebook! Inoltre vi ricordiamo che potete trovare Empira su FacebookInstagramTwitterTwitch e YouTube.

Fonte immagini: starwars.com, starwars.fandom.com

TWITCH

I PIÙ LETTI

DA NON PERDERE